01 settembre 2021

Spostamenti da e per l'estero. Cosa fare?


 

Siamo arrivati al mese di settembre 2021, e purtroppo il mondo soffre ancora gli effetti della pandemia che, da febbraio dello scorso anno, sta compromettendo il libero spostamento.

Da oggi è in vigore la nuova Ordinanza del Ministro della Salute che proroga al 25 ottobre le limitazioni di viaggio verso alcune destinazioni, soprattutto quelle più desiderate.

E' entrato in vigore anche l'obbligo del Green Pass per i trasporti nazionali.

Nell'articolo odierno, cerchiamo di dare alcune utili informazioni su come comportarsi nella scelta di un viaggio.

  • Consultare il sito Viaggiare Sicuri.it

Il sito della Farnesina contiene tutte le normative che si devono conoscere nel momento in cui si decide di pensare all'idea di un viaggio, soprattutto se le destinazioni sono fuori del contesto europeo.

Il mondo è stato diviso in cinque liste, contrassegnate dalla lettera A alla lettera E.

All'interno di ogni sezione troviamo l'elenco dei paesi che ne fanno parte.

Digitando sulla relativa lettera di appartenenza, si apre una nuova maschera dove sono riportate le norme specifiche relative a quella lista.

La prima principale distinzione che si deve fare è tra il gruppo dei paesi che sono contenuti all'interno delle liste con lettera da A a D e i paesi che sono nella lista E.

Si può andare verso i paesi, compresi nelle liste da A a D, senza obbligo di motivazione (quindi sia per scopo turistico che per altri motivi.)

Per i paesi consentiti nella lista E, si può andare solo per i motivi che sono specificati, ma non si può andare per motivi di turismo.

  • Consultare le schede dei singoli paesi.

Le liste sono una sorta di agglomerato di vari paesi per i quali il nostro Ministero della Salute ha indicato dei requisiti generali.

E' però fondamentale verificare la scheda del singolo paese per avere informazioni esatte e aggiornate sulle limitazioni che quel paese può applicare.

Condizioni che potrebbero rendere vana l'ipotesi di poterci andare, seppur rientranti in una lista dove per il Ministero della Salute italiana, non è previsto alcun obbligo di motivazione.

Esempio: gli Stati Uniti rientrano nella lista D, però se andiamo a leggere l'aggiornamento del 30 agosto, è vietato ingresso per chi abbia soggiornato nei precedenti quattordici giorni in uno Stato Schengen (compreso Italia), salvo alcune eccezioni che riguardano tipologie di viaggiatori diversi da chi vuole andare in Usa per motivi di turismo.

  • Compilare il questionario.

Nel sito di Viaggiare Sicuri ci sta anche un questionario, in cui rispondendo ad alcune domande si possono avere delle prime utili informazioni.

  • Verificare l'operativo dei voli.

E' importante verificare l'operativo dei voli che si pensa di prenotare per raggiungere la destinazione finale del viaggio.

Se il volo non è un volo diretto, non è un "covid tested" (vedi sezione specifica sul sito Viaggiare Sicuri) e prevede invece degli scali o transiti, sarà fondamentale verificare se sia possibile poter effettuare questi scali/transiti, senza avere il rischio di non essere imbarcati, oppure essere rifiutati all'arrivo, oppure messi in isolamento fiduciario.

  • Stipulare apposita polizza assicurativa.

In considerazione del perdurare delle difficoltà sanitarie, se avere una polizza assicurativa era sempre consigliabile, anche prima di questa situazione, oggi lo è ancor di più.

Vanno sempre lette con attenzione le garanzie comprese e non comprese, in quali casi la polizza non è valida, le procedure che si devono attivare in caso di sinistro.

Vedi anche nostro articolo sulle assicurazioni

https://www.professionistiviaggio.com/2020/11/le-assicurazioni-che-si-possono-fare.html

  • Verificare le condizioni contrattuali dei pacchetti turistici.

Acquistando un "pacchetto turistico" dovete verificare con attenzione le norme che regolano la prenotazione, eventuali modifiche e cancellazioni, garanzie offerte dal Tour Operator che organizza il viaggio.

Vedi nostro articolo relativo al contratto di viaggio:diritti e obblighi.

https://www.professionistiviaggio.com/2020/07/il-contratto-di-viaggio-diritti-e-doveri.html



  • Non prendere esempio dai "furbetti"

Abbiamo letto interviste, visto video e storie su Instagram dove alcuni VIP ma anche gente comune si vantavano di essere comunque andati a trascorrere la vacanza anche in quei posti dove non sarebbe possibile per motivi di turismo.

Questa divulgazione ha in parte compromesso anche l'immagine degli operatori del settore che sono tenuti per legge a rispettare quanto previsto dalle normative vigenti in materia.

Sarebbe utile capire quante di quelle persone abbiano rispettato la motivazione che giustificava il loro viaggio (magari per alcuni VIP è più facile dimostrare che sono andati anche in posti esotici per motivi connessi alla loro attività professionale) e quante di queste hanno utilizzato degli escamotage per poter partire, servendosi di false attestazioni.

Le associazioni di categoria hanno chiesto in diverse occasioni l'inasprimento dei controlli in aeroporto per prevenire partenze non autorizzate.

  • Affidarsi ai professionisti del viaggio.



La complessità delle normative e anche la corretta interpretazione, i continui aggiornamenti, le emergenze che si possono creare, non devono farci perdere il desiderio del viaggio.

Ognuno è libero di agire come meglio ritiene più opportuno, di scegliere anche la strada del "fai da te", di prenotare su piattaforme on line, di rivolgersi a rappresentanti locali, assumendosi eventuali vantaggi ma anche tutte le incognite che ci possono essere, quando si vuole fare da soli.

Per coloro che invece vogliono affidare il viaggio ai professionisti che sapranno gestire al meglio tutto l'iter della prenotazione e possono assicurare le massime garanzie e tutele, il nostro team è al vostro servizio.

In questi mesi, pur nelle difficoltà, abbiamo continuato ad aggiornarci, a confrontarci con i nostri corrispondenti nel mondo per avere notizie in tempo reale, studiamo costantemente le normative italiane e internazionali, abbiamo contatti con le centrali operative delle più importanti società di assicurazione viaggi.

Potete inviare una mail a professionistidelviaggio@gmail.com, oppure utilizzare il modulo contatti.







Nessun commento:

Posta un commento

Se hai piacere di lasciarci un tuo messaggio.
Sarà pubblicato dopo approvazione.