05 gennaio 2021

2021: otto consigli utili per tornare a viaggiare

tumisu

 Il 2020 ce lo siamo lasciati alle spalle con tutto il suo carico di angoscia.

Siamo da poco entrati nel nuovo anno e siamo ben consapevoli che ancora abbiamo un lungo percorso da compiere per arrivare ad affermare di aver vinto la battaglia.

Non possiamo però non sperare che almeno gradualmente si possa tornare a viaggiare.

Se fosse stato l'inizio di un qualsiasi anno, avremmo concepito l'articolo come un ipotetico giro del mondo, consigliando mese per mese le destinazioni ideali per quel mese.

Ad oggi non siamo ancora in grado di prevedere le riaperture delle singole destinazioni e quindi quali potrebbero essere i consigli utili per tornare a viaggiare?

1)    Mantenere alta la speranza

Sembra un consiglio banale eppure noi riteniamo che questo sia il primo consiglio da dare.

E' stato una sorta di mantra che, noi per primi, abbiamo fatto nostro. 

Sarebbe stato facile e anche giustificabile cadere nel disfattismo e nel pessimismo, considerando che dal mese di marzo 2020 non siamo più operativi.

Dopo il primo momento di sconcerto e smarrimento, ci siamo subito proiettati sul futuro, pensando a come prepararci e cosa predisporre per voi che tornerete a viaggiare. Questa speranza ci deve unire, noi che organizziamo, voi che viaggiate

2)    Pensare al viaggio

Sappiamo che probabilmente per molte persone altri sono i pensieri in questo periodo e di questi pensieri ne abbiamo il massimo rispetto.

Sappiamo anche che nei momenti bui si ha ancor più bisogno di un qualcosa che ci distragga, ci allontani dai problemi di tutti i giorni.

Pensare a un viaggio, magari ricordandone uno che c'è restato nel cuore è un modo per distrarre la mente.

In attesa di poterlo fare di persona, un viaggio lo si può fare con la fantasia, leggendo un romanzo, guardando un bel film, ascoltando una musica, qualsiasi cosa che ci possa portare anche virtualmente in un posto lontano



3)    Informarsi

Torneremo a viaggiare. Non sappiamo quando, ma torneremo a viaggiare.

Questo non deve significare che si stia in una perenne attesa. il tempo che abbiamo a disposizione può essere utilizzato per informarci su quell'ipotetico viaggio che si vorrebbe fare appena sarà possibile.

Gli strumenti sul web o tramite gli esperti del settore sono a vostra disposizione per cominciare a pianificare il viaggio.

4)    Verificare procedure e protocolli da rispettare.

Di sicuro il 2020 ci ha abituati a ragionare in termini di restrizioni, di limitazioni, di regole da rispettare.

Un sacrificio che lo abbiamo sopportato con senso di responsabilità, consapevoli che quel sacrificio ci potrà agevolare nel riprendere le nostre vite sospese.

Prima che si possa tornare a viaggiare come eravamo abituati ci vorrà molto tempo. 

Pertanto sarà fondamentale che nella pianificazione del viaggio si presti la massima attenzione a tutte le regole d'ingresso nei vari paesi, le procedure da seguire, i protocolli sanitari messi in campo da tutti i fornitori di servizi turistici.

Sarà importante consultare siti come viaggiare sicuri, i siti dei consolati e delle ambasciate dei vari paesi, i siti degli enti del turismo, delle compagnie aeree e così via.

5)    Assicurazioni

Le assicurazioni hanno sempre costituito un elemento  importante nella pianificazione di un viaggio.

In considerazione di quanto accaduto e delle problematiche che ci porteremo appresso ancora per del tempo, non potremo fare a meno di prestare la massima attenzione alle assicurazioni che sono comprese o non comprese quando si acquista un viaggio, specialmente in caso di viaggi complessi e costosi.

Non solo bisogna avere menzione del tipo di polizza ma guardare con attenzione cosa sia compreso e cosa escluso nelle prestazioni delle singole polizze. La maggior parte delle compagnie di assicurazione hanno introdotto anche la "Pandemia Covid 19" come motivazione per giustificare un eventuale annullamento di viaggio prenotato e successivamente cancellato.

6)    Consultare le policy dei tour operator, degli alberghi, delle compagnie aeree.

In considerazione della difficile congiuntura, i tour operator, le compagnie aeree e di navigazione, le compagnie che effettuano crociere, gli alberghi, hanno dovuto rivedere le condizioni contrattuali, cercando di favorire le prenotazioni e dando più margini di flessibilità per eventuali successive modificazioni o cancellazioni.

Questo può essere un incentivo per prenotare e poterlo fare con tranquillità, sapendo che se succedesse qualcosa si può cancellare o modificare senza incorrere in penali.

Il vantaggio per il cliente può essere quello di anticiparsi con la prenotazione, assicurandosi disponibilità e migliori tariffe. Oltre a questo mentalmente aumenta la speranza, facendo del bene alla mente.



7)    Gestione dei vouchers ricevuti come rimborso 

Il 2020 è stato un anno drammatico per il settore dei viaggi. 

In via eccezionale è stata concessa a tour operator, agenzie di viaggi, alberghi, compagnie aeree, la possibilità di rilasciare un voucher ai clienti che avevano prenotato una vacanza, un soggiorno, un biglietto aereo, una crociera.

Il voucher corrisponde all'importo che gli stessi clienti avevano versato a titolo di acconto o di saldo e potrà essere utilizzato nel termine prestabilito e indicato sul voucher, per l'acquisto di un viaggio da effettuarsi appena possibile.

Il consiglio che vi diamo è di prendere contatto con chi vi ha rilasciato il voucher per cominciare a pianificare il prossimo viaggio

8)    Contattare "Professionisti del viaggio"

Ci sentiamo di potervi fornire anche questo consiglio. 

Il nostro team è costituito da figure professionali competenti e della massima affidabilità che sapranno darvi tutte le necessarie risposte a qualsiasi vostro dubbio in merito alla pianificazione del vostro futuro viaggio.

All'interno del team abbiamo persone con anni di esperienza e gestione di agenzie di viaggi, e figure più giovani che hanno conseguito dei master in discipline turistiche che sono in grado di poter disegnare viaggi in linea con le richieste dei viaggiatori più giovani. (il nostro team)

I componenti del team si distinguono tra loro per delle specializzazioni, e pertanto la vostra richiesta, qualora necessario, può essere presa in carico dal travel designer più competente per una determinata tipologia di vacanza.

Collaboriamo con tutti i più importanti tour operator, costruiamo viaggi con fornitori diretti sulle varie destinazioni.

I viaggi da noi gestiti, sono sempre commercializzati e venduti al consumatore tramite agenzie di viaggi e tour operator in possesso di regolare licenza, con le quali abbiamo rapporti di collaborazione, in qualità di "professionisti del viaggio"

Per contattarci











04 dicembre 2020

Volo cancellato - Consigli utili

 

L'avvento delle compagnie aeree low cost e la conseguente diminuzione del costo del biglietto aereo, ha notevolmente incrementato l'utilizzo di questo mezzo di trasporto.

Sono aumentate anche le problematiche che ne scaturiscono e che creano disagi, disservizi e danni al passeggero.

Nel corso del 2020 la pandemia mondiale ha messo in ginocchio il trasporto aereo e questo ha avuto delle conseguenze su chi, in possesso di prenotazione e di biglietto, si è visto cancellare il volo, negare l'imbarco con tutte le problematiche che ne conseguono.

Il team di Professionisti del viaggio, continua nel suo impegno di fornire consigli utili ai passeggeri su argomenti che riguardano i vari aspetti del viaggio, di fondamentale importanza nel godimento della vacanza.

Cancellazione del volo

Qui si entra in una materia piuttosto delicata in quanto va prima di tutto chiarito se la cancellazione del volo:

  • sia stata comunicata al passeggero prima che si recasse in aeroporto;
  • avviene al momento dell’imbarco;
  • comunicata in fase di transito. Per esempio ho un biglietto Roma – Parigi cambio aereo, proseguimento per New York. Arrivo a Parigi e solo allora vengo a sapere che il volo successivo è stato cancellato.

Cosa si intende per volo cancellato?

Iniziamo a esaminare il caso in cui siete già in aeroporto o in viaggio e ricevete questa comunicazione.

La prima cosa da fare è rivolgersi al personale della compagnia aerea per essere a conoscenza dei vostri diritti.

Regolamento CE 261/2004

La compagnia dovrà fornirvi la massima assistenza, proporvi voli alternativi e se necessario pagarvi il pernottamento in albergo e le spese dei trasferimenti (per esempio il taxi per andare e tornare).

Si ha diritto anche a una compensazione pecuniaria?

Ai sensi dell’art. 7 del Regolamento comunitario n. 261 del 2004, nominato “Diritto a compensazione pecuniaria”, in caso di cancellazione del proprio volo, ogni passeggero ha diritto a ricevere una compensazione pari a:

  • € 250 per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500 km
  • € 400 per i voli intracomunitari che superino i 1500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km
  • € 600 per le tratte aeree superiori ai 3.500 Km al di fuori dell’Unione Europea.

Bisogna tenere presente inoltre che la somma a cui si ha diritto viene dimezzata qualora al passeggero venga offerto un volo alternativo il cui orario di arrivo non superi:

  • 2 ore di ritardo rispetto all'orario di arrivo originale per tratte pari o inferiori a 1.500 km
  • 3 ore di ritardo rispetto all'orario di arrivo originale per le tratte intracomunitarie superiori a 1.500 Km e per tutte le tratte comprese tra 1.500 e 3.500 Km
  • 4 ore di ritardo rispetto all'orario di arrivo originale per le tratte aree che non rientrano nelle precedenti tipologie elencate

Vi consigliamo quindi di contattare immediatamente la compagnia aerea interessata per avere informazioni in merito alle procedure da seguire e di conservare prove che attestino anche eventuali spese sostenute.

Nella maggior parte dei casi vi verrà richiesto di compilare un form online.

Possibilità di reclamo

Qualora non si riceve risposta entro 6 settimane da quando è stata inoltrata la richiesta di rimborso, sarà necessario presentare un reclamo direttamente all’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) tramite il sito web (selezionando la voce Diritti dei Passeggeri).

In alternativa, potrete rivolgervi a un giudice di pace o a una delle numerose agenzie online che si avvalgono del lavoro di professionisti del settore per tutelare i diritti dei passeggeri. 

Si ha sempre diritto alla compensazione pecuniaria?

I passeggeri non hanno diritto a richiedere un compenso nel caso in cui l’annullamento del volo in questione sia stato causato da cause di forza maggiore, quali:

  • condizioni meteorologiche incompatibili con l’effettuazione del volo
  • chiusura dello spazio aereo rischi per la sicurezza dei passeggeri problemi legati a una possibile instabilità politica del paese di partenza o destinazione

Davanti a queste circostanze ritenute eccezionali, la compagnia aerea in questione non può essere considerata responsabile del danno subito e pertanto non è obbligata a risarcire i propri passeggeri.



Cancellazione volo comunicata prima della partenza.

Cosa succede se la cancellazione del volo viene comunicata direttamente al passeggero, o tramite l’agenzia presso la quale è stato comprato il biglietto, prima della partenza?

La compagnia è tenuta a proporre uno o più voli alternativi. 

Se questi non vengono accettati dal passeggero, è obbligata al rimborso totale dell’importo del biglietto.

Si ha diritto ad un indennizzo?

L’indennizzo non può essere richiesto nel caso in cui la compagnia area abbia:

  • comunicato la cancellazione del volo con un preavviso di almeno due settimane rispetto alla data di partenza
  • comunicato la cancellazione del volo con un preavviso compreso tra due settimane e sette giorni e abbia offerto un volo alternativo con partenza non più di due ore prima rispetto all'orario originariamente previsto e con arrivo presso la destinazione finale al massimo quattro ore dopo l’orario originariamente previsto
  • comunicato la cancellazione del volo meno di sette giorni prima del giorno della partenza e nel caso in cui sia stato offerto un volo alternativo con partenza non più di un’ora prima dell’orario originariamente previsto e con arrivo presso la destinazione finale al massimo due ore dopo l’orario del volo originale
Quanto esposto fa capire quanto sia complessa la gestione di un disservizio causato per cancellazione di un volo.

Per esperienza, sappiamo pure che non è sempre così facile ottenere quanto previsto dalle normative in vigore. Soprattutto nel corso del 2020 le conseguenze della pandemia hanno creato una destabilizzazione del trasporto aereo mondiale.

Compagnie aeree che hanno rimborsato, altre che hanno proposto dei buoni da utilizzare per voli futuri, altre che ancora non hanno completato le operazioni di rimborso nei confronti dei passeggeri.

Molti di questi avevano acquistato "pacchetti turistici" presso delle agenzie di viaggi, che a sua volta avevano già pagato il costo del biglietto aereo alla compagnia.

Le agenzie non ricevendo il rimborso non hanno potuto a sua volta effettuarlo ai loro clienti e questo ha creato ulteriori malumori nel rapporto cliente-agenzia.

C'è anche da dire che spesso sui social i "tuttologi" forniscono informazioni basate su errate interpretazioni delle normative e questo non fa che produrre ulteriore confusione.

Affidarsi a un team di professionisti, che nella loro lunga esperienza di organizzazione di viaggi, hanno dovuto già gestire analoghe situazioni, è una garanzia ulteriore che in caso di difficoltà, ci sia una persona che assista il passeggero, aiutandolo a ottenere quanto di suo diritto.



19 novembre 2020

Le assicurazioni che si possono fare quando si acquista un viaggio. Consigli utili.

 


"Quali assicurazioni posso fare quando prenoto un viaggio?"

Nell'articolo odierno, andiamo a parlare di un argomento che riveste un’importanza fondamentale, nel momento in cui si decide di acquistare un viaggio.

Quali sono le garanzie assicurative cui un viaggiatore deve prestare particolare attenzione?

Il panorama delle assicurazioni collegate ai viaggi è molto variegato.

Districarsi nel reticolato delle polizze, delle garanzie, delle norme in esse contenute, non è facile. Avere il supporto di validi professionisti, può essere molto utile.

Per facilitare il compito, distinguiamo le assicurazioni secondo la temporalità di applicazione.

  • Le polizze possono coprire il passeggero dal momento in cui prenota, al momento in cui inizia il viaggio per la parte che si riferisce all'eventualità che il viaggiatore si veda costretto a cancellare un viaggio prenotato, prima della partenza effettiva del viaggio.
  • Ci sono diverse polizze che coprono il passeggero durante l’effettuazione del viaggio e possono interessare la persona oppure oggetti del viaggiatore.

Le varie tipologie di polizze possono essere acquistate singolarmente, oppure ci sono polizze più complete che racchiudono in un’unica polizza, la somma di singole polizze.

Entriamo di più nel dettaglio.

Un cliente acquista un viaggio tramite l’agenzia.

Il consulente, al momento della conferma è obbligato a comunicare al passeggero: le modalità di pagamento e le penali che saranno applicate, nel caso in cui il viaggiatore si veda costretto a cancellare il viaggio per un imprevisto che non aveva considerato (improvvisa malattia, revoca delle ferie, altre problematiche di natura imprevedibile). 

Tali condizioni vanno riportate sul contratto di viaggio, in modo da evitare ogni eventuale problema d’interpretazione delle norme di prenotazione e di annullamento del viaggio.

E’ sempre consigliabile avere una polizza cosiddetta “garanzia annullamento viaggio” ma è ovvio che soprattutto in casi d’importi elevati, o di penali di cancellazione che sono già di un certo peso al momento stesso della prenotazione (per esempio acquisto un pacchetto turistico in cui si richiede emissione e relativo saldo della parte volo e questa parte spesso ha un’incidenza considerevole in proporzione al costo finale del viaggio) direi che è “indispensabile” acquistare la polizza.

Ci sono clienti che acquistano viaggi con importi elevati e poi rifiutano di acquistare la polizza, con la giustificazione che non ne valga la pena “tanto noi partiamo lo stesso” (detto più per scaramanzia che per logica) e se la sfortuna li colpisce, poi si pentono di non aver seguito il consiglio del professionista.

Per questo è anche importante che da parte dell’agenzia sia specificato sul contratto di viaggio che il cliente rinuncia all'acquisto della polizza, onde evitare, che qualora si presentassero delle situazioni in cui il cliente debba annullare e pagare le penali, non possa poi appellarsi al fatto che nessuno gli aveva parlato di una possibile polizza cautelativa.

La polizza garanzia annullamento, come del resto ogni polizza assicurativa, prevede tutta una serie di normative che devono essere a conoscenza dell’acquirente. Per questo è molto importante affidarsi a dei professionisti che oltre a saper organizzare il viaggio, conoscano le polizze e possano fornire la massima assistenza al cliente, nella spiegazione almeno dei punti più importanti della polizza.

Ne cito alcuni:

  • ·        Cause previste dalla polizza per attivare la garanzia annullamento del viaggio.
  • ·        Esclusioni
  • ·        Procedura da seguire in caso di sinistro
  • ·        Documentazione da presentare
  • ·         Franchigie applicate (ci sono casi in cui l’assicurazione rimborsa intero importo di penale, altre in cui trattiene una percentuale sull'importo da rimborsare.)

Sono solo alcuni dei punti, che sono comunque riportati nei documenti precontrattuali che il consulente consegnerà al cliente prima della stipulazione della polizza, che poi a sua volta sarà consegnata con tutte le norme riportate per esteso.

In linea di massima, la garanzia annullamento viaggio, deve essere acquistata contemporaneamente alla conferma del viaggio, massimo nelle ventiquattro ore successive, pena decadenza della garanzia.

Ci sono alcune compagnie di assicurazione che offrono la possibilità di acquistare la polizza anche in un momento successivo alla conferma del viaggio. Su quest’argomento consiglio di prendere informazioni direttamente dal vostro consulente che vi potrà fornire tutte le necessarie informazioni.

Altro aspetto da tenere bene in evidenza è lo spazio di tempo della validità della polizza. Essa ha valore dal momento dell’acquisto fino al primo servizio che fa parte del pacchetto che è stato acquistato.

Facciamo un esempio: il cliente compra un pacchetto che prevede il volo. La polizza avrà valore fino al momento in cui il passeggero effettua l’accettazione a bordo. Se per esempio mentre sta andando in aeroporto avesse un problema che lo costringa a cancellare il viaggio, può attivare l'assicurazione.

 

Dal momento dell’accettazione a bordo, qualsiasi situazione che lo costringa a cancellare il viaggio, non darà corso alla richiesta di rimborso. In questi casi sarà da capire se la rinuncia al volo è dipesa dal passeggero. o per problemi della compagnia aerea, per problemi aeroportuali o per altro, al fine di comprendere se ci siano altre procedure da attivare per eventuali indennizzi e risarcimenti.

"Se invece fossi costretto a cancellare il viaggio, una volta iniziato?"

In questo caso intervengono altre garanzie assicurative che contemplano i casi in cui il viaggiatore sia costretto a interrompere il viaggio per cause imprevedibili e che siano sempre contemplate nella polizza che ha comprato.

Alcuni esempi:

  • Il passeggero ha un problema di carattere medico sanitario, è ricoverato in ospedale e non può proseguire il viaggio.
  • Il passeggero deve rientrare con urgenza al luogo di domicilio per problemi familiari, o altre situazioni riferite alla sua abitazione.

In queste e altre analoghe situazioni, ci sono una serie di procedure da attivare, e il cliente può usufruire per esempio del rimborso della parte di viaggio non usufruita, oltre ad avere anche la possibilità di essere assistito nella gestione del rientro anticipato.

Queste garanzie che ho citato, generalmente, sono previste nelle polizze assicurative che per praticità sono chiamate”polizze assistenza medico sanitaria”.

Su queste polizze bisogna prestare la massima attenzione, in quanto partire per alcune destinazioni senza avere un’adeguata polizza, rischia di creare delle gravissime problematiche, qualora ci fossero delle emergenze, soprattutto se il viaggio è svolto in Stati in cui l’assistenza sanitaria è a pagamento (per esempio gli Stati Uniti) o in Stati che hanno mancanze dal punto di vista sanitario e ospedaliero.

Il consiglio che diamo è quello di non cercare la “polizza low cost” perché una polizza che costa poco, probabilmente prevede dei massimali molto bassi.

Anche qua un esempio.

Posso comprare una polizza low cost con un prezzo molto basso e avere un massimale di 10 mila euro in caso di spese mediche e posso comprare una polizza che costa di più, ma prevede un massimale di spese illimitate.

Nessuno vuole augurare il peggio, ma se un viaggiatore si dovesse trovare per esempio in America e avere un gravissimo problema, poi comprenderà quale possa essere la differenza.

Ci sono tante altre formule assicurative a copertura per esempio del bagaglio.



Anche qui bisogna prestare attenzione al valore del bagaglio che avete con voi perché se il bagaglio fosse danneggiato o smarrito dalla compagnia aerea, queste rimborsano un tot a peso e non per il valore reale del vostro bagaglio. Se invece avete acquistato una polizza adeguata, nel rispetto delle procedure previste in polizza, potete recuperare il valore del danno.

Ci sono polizze per gli sciatori, polizze per giovani che effettuano corsi di studio allestero, polizze per chi debba andare in Stati in cui il rilascio del visto è vincolato alla presenza di una polizza. Ci sono anche polizze più snelle per esempio nel caso in cui si acquisti un biglietto aereo d’importo non elevato e si desideri comunque assicurarlo.

Come avrete compreso, spiegare in un articolo, la complessità delle assicurazioni viaggio, non è cosa semplice e rischia di tediare chi legge.

Pertanto il consiglio che rinnovo è di rivolgersi a un professionista che saprà comunicarvi tutte le informazioni su quali polizze siano più adeguate al tipo di viaggio che state acquistando. 



Faccio anche presente che quando comprate un pacchetto turistico tramite un tour operator, nel catalogo del viaggio che state comprando, sono sempre specificate le polizze comprese e quelle facoltative.

Le polizze non sono uguali per tutti gli operatori e anche in questo caso si rivela di fondamentale importanza il ruolo del vostro consulente di viaggi.

In considerazione del particolare momento che stiamo attraversando, in corrispondenza della stesura di quest’articolo, precisiamo anche che sono state integrate le polizze già esistenti, con la possibilità di poter inserire tra le cause che possano dare al cliente la garanzia di annullare, le motivazioni collegate all'attuale pandemia in corso.

I nostri professionisti del viaggio sono a vostra disposizione per fornirvi tutte le informazioni utili per acquistare un viaggio sapendo di essere assicurati.

Per contattarli